Capitale Europa della Cultura 2019. Matera fra le sei finaliste

Capitale Europa della Cultura 2019. Matera fra le sei finaliste

Cagliari, Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena. Sono queste le sei candidate italiane per Capitale Europea della Cultura 2019, scelte dalla giuria europea, presieduta da Steve Green.
L’annuncio è stato dato dal ministero per i Beni culturali lo scorso evidenziando che la giuria tornerà a riunirsi alla fine del 2014 per valutare i progetti di candidatura presentati dalle città finaliste con le modifiche richieste in questa prima fase di preselezione.
Le Capitali della Cultura rappresentano una grande opportunità di diffusione e condivisione della conoscenza sulla cultura, il patrimonio storico e i valori di territori e cittadini che li abitano. In tal senso rappresentano un importate elemento di sviluppo dell’appartenenza alla comunità e di cittadinanza europea. Al contempo essere rappresentano un momento di fondamentale visibilità dei territori e di approfondimento sul proprio patrimonio anche per coloro che vi abitano.

Oltre alle sei nomination per la finale, in Italia avevano presentato la propria candidatura altre 15 città: Aosta, Bergamo, Caserta, Vallo di Diano e Cilento con la Campania e il Mezzogiorno, Erice, Grosseto-Maremma, L’Aquila, Mantova, Palermo, Pisa, Reggio Calabria, Siracusa, Taranto-Sudest, Urbino e Venezia-Nordest.   

Ogni anno sono due le Capitali europee della Cultura, scelte in due Paesi diversi. Nel 2019, oltre ad un città italiana, la seconda città sarà in Bulgaria. Le Capitali già selezionate fino al 2019 saranno: Umea (Svezia) e Riga (Lettonia) nel 2014, Mons (Belgio) e Plzen (Repubblica ceca) nel 2015, Wrocław (Polonia) e San Sebastian (Spagna) nel 2016, Aarhus (Danimarca) e Paphos (Cipro) nel 2017 e La Valletta (Malta) e Leeuwarden (Olanda) nel 2018.

Vai al sito Matera2019